• Italiano
  • English
  • Hai bisogno di aiuto?
    Contattaci in azienda per ricevere il nostro intervento
    Blog / News

    Contributi e Agevolazioni

    LA LEGGE DEL SUPERAMENTO DELLE BARRIERE ARCHITETTONICHE

     

     

    Con la Legge 9 Gennaio 1989, n°13, sono state emanate norme per facilitare la vita di relazione degli invalidi portatori di handicap attraverso:
    – la previsione di prescrizioni tecniche alle quali conformare i progetti relativi agli edifici privati di nuova costruzione o quelli già esistenti da ristrutturare.
    – la concessione di contributi a fondo perduto per gli interventi diretti a favorire il superamento e l’eliminazione delle barriere architettoniche in tutti gli edifici privati.

     

     

    CHI HA DIRITTO AL CONTRIBUTO?

    Hanno diritto al contributo i portatori di menomazioni funzionali permanenti ivi compresa la cecità, ovvero quelle relative alla deambulazione ed alla mobilità, coloro i quali abbiano a carico i citati soggetti (ai sensi dell’art 12 del DPR 22-12-1986, n° 917) nonchè i condomini ove risiedano le suddette categorie di beneficiari.

     

    A QUANTO AMMONTA?

    Il contributo a fondo perduto copre completamente la spesa sostenuta fino a € 2.582,28; è aumentato del 25% della spesa effettivamente sostenuta per costi da € 2.582,28 a € 12.911,42; è altresi di un ulteriore 5 % per costi da € 12.911,42 a € 51.645,69.

     

    A CHI RIVOLGERSI?

    Gli interessati debbono presentare domanda al Sindaco del Comune in cui è sito l’immobile, (dimora abituale) con l’indicazione delle opere da realizzare e della spesa prevista entro il 1°Marzo di ogni anno.

    Le domande di contributo dovranno essere corredate di:
    A) Nel caso di semplice adeguamento degli edifici esistenti, è sufficiente un preventivo dettagliato della soluzione adottata;
    B) certificato medico in carta libera attestante l’handicap;
    c) dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà, ai sensi dell’articolo 4 della legge 4-1-1968, n° 15, dalla quale risultino l’ubicazione dell’abitazione dell’interessato, nonchè le difficoltà di accesso.

     


     

    L’ACQUISTO DI UN MONTASCALE, DI UNA PIATTAFORMA ELEVATRICE O DI UN ASCENSORE DETERMINA PER IL CLIENTE LA POSSIBILITA’ DI ACCEDERE AD UNA SERIE DI RIMBORSI E DI DETRAZIONI FISCALI COME SPECIFICATO DI SEGUITO:

    • – DETRAZIONE DEL 50% (ex 36% legge 488/99) della spesa complessiva dell’Irpef, secondo il D.L. 22/06/2012 n° 83 – Legge 134/2012.
    • – Qualora se ne abbiano i requisiti, possibilità di accedere ai contributi a fondo perduto concessi mediante la legge 13/89 E.D.M. 236/89 (€ 2.582,28 + il 25% del residuo della spesa). Per interventi diretti a favorire l’eliminazione delle barriere architettoniche.
    • – Qualora se ne abbiano i requisiti, possibilità di accedere alla applicazione di aliquota I.V.A al 4% ai sensi del numero 4I tabella A, parte allegata al D.P.R. n. 633/72 per prestazioni e servizi forniti per la eliminazione di barriere architettoniche.

    Per la guida completa https://goo.gl/6agBqj

    Richiedici un preventivo

    Inviaci una richiesta per ricevere le nostra migliore offerta